NUOVO STEMMA PER L'ESERCITO

28-11-2014 - 28-11-2020

NUOVO STEMMA PER L ESERCITO

Il 25 settembre 2014, presso la Biblioteca Militare Centrale di Roma è stato presentato il nuovo stemma araldico dell'Esercito Italiano che, come scritto nella presentazione dell'evento, “sintetizza gli elementi caratteristici e funzionali dell'Esercito Italiano, protagonista delle pagine più significative della storia patria, dalla sua costituzione, il 4 maggio 1861, ad oggi”.
Il nuovo stemma sostituisce il precedente adottato nel 1991 e blasonato come segue: “scudo sannitico di color rosso alla granata d'oro, infiammata al naturale, attraversante i due cannoni di bronzo al naturale, decussati e abbassati, con la culatta all'ingiù. Cannoni e granata attraversano il trofeo d'armi, formato da: due lance nere decussate, con le punte d'argento all'insù e con i puntali dello stesso, munite di banderuola bifida svolazzante azzurra; da due sciabole d'argento con impugnatura nera e con le punte all'ingiù, decussate; da due fucili d'argento, con la cassa nera e con le baionette all'insù, decussati; da due saette d'argento, poste sopra le asce e sotto la volata dei cannoni; da due asce d'argento, con i manici neri, poste orizzontalmente, con le lame all'ingiù. Lo scudo è timbrato dalla corona turrita, d'oro, murata di nero, formata da un cerchio, rosso all'interno, con due cordonate a muro sui margini, sostenente otto torri di cui cinque visibili. Le torri hanno foggia rettangolare, munite di barbacane e di dieci merli alla guelfa (quattro dei quali angolari); sono munite di una porta e di una sola finestra e sono riunite da cortine di muro, ogni porzione della cortina finestrata di nero”.

 

clicca qui per vedere l'intero articolo