LA SCOMPARSA DEL RE 'ABD ALLĀH

28-01-2015 - 28-01-2020

LA SCOMPARSA DEL RE  ABD ALLĀH

Il 23 gennaio scorso a Riyad, a novantuno anni, si è spento Sua Maestà 'Abd Allāh bin 'Abd al-Aziz Āl Sa 'ūd (o semplicemente 'Abd Allāh, o Abdullah), Re dell'Arabia Saudita.


Nato a Riyad il primo agosto 1924, Reggente del Regno sin dal 1995 per via dell'inabilità a regnare di Re Fahd colpito da un ictus, era salito ufficialmente al Trono il primo agosto 2005 ad ottantuno anni esatti. Figlio, insieme ad altri trentasei fratellastri, di Re 'Abd al-Aziz, è stato il sesto Re dell'Arabia Saudita. Il suo primo incarico fu quello di Sindaco della Mecca; fu poi Vice Ministro della Difesa nel 1963 e Comandante della Guardia Nazionale. Nel novembre del 2007, fu il primo sovrano saudita a far visita al Papa (Sua Santità Benedetto XVI). Alleato degli Stati Uniti, dovette affrontare gli anni difficili del dopo 11 settembre. All'interno del Paese avviò alcune importanti riforme tese alla modernizzazione del Regno ed al miglioramento della condizione della donna. Il più anziano Re dell'Arabia Saudita, l'unico ad aver superato il novantesimo anno di età, 'Abd Allāh lascia quattro mogli da cui ha avuto sette figli maschi e quindici femmine.


Al momento dell'incoronazione Re 'Abd Allāhno nominò proprio successore il fratello Sultān bin 'Abd al-Aziz Āl Sa 'ūd (nato nel 1928), il quale però morì il 21 ottobre 2011. Il nuovo erede designato, Nayef bin 'Abd al-Aziz Āl Sa 'ūd (nato nel 1933), morì anch'egli prima della successione il 16 giugno 2012. Al defunto monarca succede quindi l'ulteriore nuovo successore designato Salamān bin 'Abd al-Aziz Āl Sa 'ūd (nato nel 1935). E' interessante notare che la linea di successione al Trono dell'Arabia Saudita, all'interno della Casa Sa 'ūd, è ordinata secondo il criterio dell'anzianità: la designazione è fatta dal Regnante in carica che ha comunque la facoltà di promuovere o retrocedere ciascun membro nella linea di successione per motivi di salute o per motivi familiari. Inoltre, uno specifico organo creato nel 2006 (il Consiglio di Alleanza) ha il compito di garantire il potere nel caso di inabilità a regnare del Re o del Principe ereditario.


Lo stemma della monarchia saudita, adottato ufficialmente sin dal 1950, è formato da una palma di verde posta sopra due scimitarre incrociate.